Credit Suisse

Garanzie di sostenibilità

Il trasporto pubblico è uno dei principali motori dello sviluppo economico e sociale. In Etiopia, Credit Suisse ha cofinanziato negli ultimi anni una linea ferroviaria che apre nuove prospettive per le persone e l’economia. La banca non ha attribuito importanza solo alla sicurezza finanziaria. L’accordo di finanziamento impone anche esplicitamente ai beneficiari di un credito di fornire garanzie di sostenibilità. Ciò significa che il progetto deve soddisfare requisiti sociali ed ecologici. E queste condizioni sono monitorate da esperti indipendenti. L’apertura della linea è prevista per quest’anno.
Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Le strade dissestate rendono molto più difficili i viaggi quotidiani e il trasporto di merci. Lo sviluppo è ostacolato, proprio come in Svizzera nel XIX secolo. Dal punto di vista economico, il nostro Paese ha vissuto la sua primavera dopo la costruzione della ferrovia. Il finanziamento del trasporto su rotaia è strettamente legato alla storia di Credit Suisse. La banca rende onore al proprio DNA coordinando il finanziamento di una linea ferroviaria in Etiopia.

La linea tra Awash e Weldia/Hara Gebeya è una tratta centrale della rete ferroviaria etiope in fase di sviluppo. Collega il sud con il nord e consentirà in futuro il trasporto di persone e merci con una ferrovia elettrificata e rispettosa del clima. L’impresa generale turca Yapi Merkezi, con sede a Istanbul, è responsabile della pianificazione e dell’esecuzione del progetto di costruzione. I componenti tecnici della linea ferroviaria saranno prodotti e forniti da aziende svizzere e da altri Paesi europei.

Credit Suisse ha cofinanziato una linea ferroviaria in Etiopia. In questo quadro, ha integrato nella decisione di finanziamento non solo criteri finanziari, ma anche fattori ecologici e sociali.

Un finanziamento di successo crea prospettive di sviluppo

Le banche svolgono un ruolo importante nella realizzazione di simili progetti. Esse si propongono in qualità di intermediari tra beneficiari e finanziatori. Credit Suisse ha ricoperto questo compito fondamentale di istituto finanziario anche per sovvenzionare la linea ferroviaria di quasi 400 chilometri in Etiopia. Si è trattato di una sfida importante, poiché il prestito ammontava a USD 865 milioni. Il contratto di credito ha superato i precedenti prestiti concessi all’Etiopia da finanziatori non governativi. L’accordo è stato firmato nel 2014 e un’ulteriore quota di 460 milioni di USD è stata concordata nel 2016. 

Beneficiaria del credito è la compagnia ferroviaria statale “Ethiopian Railways Cooperation” (ERC). Oltre al supporto del Ministero delle finanze etiope, ha fornito garanzie supplementari per i fornitori l’assicurazione contro i rischi di esportazione di diversi Paesi europei, tra cui la Svizzera. Il finanziamento di Credit Suisse e di altre banche partecipanti rafforza le prospettive di sviluppo dell’Etiopia e aumenta l’attrattività del Paese per gli investimenti di altri finanziatori internazionali.

Il rispetto dei criteri di sostenibilità è richiesto e monitorato

Credit Suisse si impegna a favore della sostenibilità. Questo principio si riflette, tra l’altro, nel “Codice di condotta” della banca e nella sua dichiarazione di sostenibilità. Per un progetto di questo tipo, ciò significa che non solo criteri finanziari, ma anche fattori ecologici e sociali sono presi in considerazione nella decisione di finanziamento. A tale scopo è stata effettuata una prima valutazione dei rischi ecologici e sociali della costruzione della linea ferroviaria e della sua gestione.

Tra i punti particolarmente importanti vi sono stati la consultazione dei gruppi di popolazione interessati dalla tratta, la protezione del Parco Nazionale Awash, la disponibilità e l’accesso all’acqua, le condizioni di lavoro durante la costruzione e la tutela dei beni culturali. Le persone che hanno perso temporaneamente o permanentemente la loro abitazione o parte del pascolo per il bestiame a causa della costruzione della linea ferroviaria hanno dovuto essere reinsediate e sostenute nel ripristino delle rispettive fonti di reddito.

L’obiettivo era quello di limitare i rischi per l’ecologia e la società, nonché soddisfare criteri internazionali di sostenibilità come i Principi dell’Equator (uno standard di settore volontario sottoscritto da Credit Suisse), come pure i parametri ambientali e sociali della Banca Mondiale per questo tipo di progetti infrastrutturali. Gli impegni specifici inseriti nel contratto di credito vengono monitorati e controllati attraverso visite periodiche in loco dai rappresentanti delle banche e delle compagnie di assicurazione. Gli specialisti sono stati incaricati di verificare il rispetto degli accordi e di fornire consulenza tecnica ai beneficiari del credito.

La garanzia sostenibile è una componente della minimizzazione del rischio

Un progetto di queste dimensioni può sempre suscitare un conflitto di obiettivi. Non tutti i rischi possono essere evitati. In qualità di istituto finanziario, Credit Suisse ha puntato a minimizzare il più possibile i rischi in questo caso specifico. La banca non solo ha coperto i rischi finanziari, ma ha anche inserito adeguate garanzie di sostenibilità nel contratto con il mutuatario.

Ma anche se i rischi permangono nonostante tutti gli sforzi, non bisogna dimenticare i grandi benefici del progetto infrastrutturale descritto sopra per la società e l’economia dell’Etiopia. Credit Suisse, le altre banche coinvolte e gli assicuratori collaborano con il mutuatario, le autorità e gli esperti indipendenti per tutta la durata del prestito allo scopo di mantenere elevati standard sociali e ambientali.

Più articoli

Agenda 2030
Grazie alle nuove tecnologie, sono sempre più numerose le persone che si collegano in rete. Oggi circa 4,4 miliardi di persone utilizzano Internet, ovvero il 57% della popolazione mondiale. Per l’ONU Internet è un importante motore di sviluppo sociale ed economico.
Agenda 2030
L’acqua pulita e potabile è un elemento essenziale per la salute e il benessere. Oggi, più del 91% della popolazione mondiale ha accesso all’acqua potabile. E la situazione generale migliora di anno in anno.
Agenda 2030
Nel 2015 circa 730 milioni di persone vivevano in condizioni di estrema povertà, certamente troppe ma esse sono la metà di quanto registrato dieci anni prima. Ciò è dovuto non da ultimo alla crescita economica.
Logo-Schweizerkreuz

Lo sviluppo economico è il modo migliore per ridurre la povertà.

Newsletter

Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren, Funktionen für soziale Medien anbieten zu können und die Zugriffe auf unsere Website zu analysieren. Ausserdem geben wir Informationen zu Ihrer Verwendung unserer Website an unsere Partner für soziale Medien, Werbung und Analysen weiter. Sie geben Einwilligung zu unseren Cookies, wenn Sie unsere Webseite weiterhin nutzen.
Datenschutzbestimmungen
Einstellungen
Alle Cookies akzeptieren